Contributi per gli affitti, dalla Regione Puglia altri 5 milioni di euro

12
Pubblicità

L’assessore Maraschio: “Necessario adottare ogni misura utile ad affrontare le difficoltà della comunità”

“Abbiamo voluto dare un segnale forte e immediato per rispondere alla crisi economica, a causa della pandemia. Migliaia di famiglie stanno affrontando difficoltà lavorative ed economiche e rischiano anche di perdere la casa. Per questo la Regione Puglia stanzia ulteriori 5 milioni di euro, che si sommano ai precedenti, per la concessione dei contributi sui canoni di locazione.”

Cosi l’Assessore all’Urbanistica e alle Politiche Abitative Anna Grazia Maraschio ha commentato la Delibera di Giunta approvata oggi sul sostegno agli affitti.

“Siamo vicini alle famiglie – ha continuato la Maraschio – perché sappiamo che la crisi economica che stiamo vivendo a causa del Covid-19 ha inciso profondamente sul benessere e sulle condizioni socio-economiche della popolazione”.

“Attese le numerose richieste di contributo inevase pervenute ai Comuni, si è reso necessario intraprendere, con tempestività, ogni azione volta a fornire adeguato sostegno: è doveroso che la Regione Puglia e, in particolare, il mio Assessorato adottino ogni misura utile ad affrontare le difficoltà della comunità, aggravate dall’emergenza sanitaria, rafforzando la coesione sociale e territoriale.”

I 5 milioni di euro stanziati vanno ad aggiungersi ai 23 già a disposizione che i comuni li distribuiranno sulla base delle rispettive graduatorie. Le risorse sono poste a beneficio delle famiglie e dei cittadini che versano in condizioni di disagio e che, pertanto, presentando i requisiti previsti dalle disposizioni nazionali e regionali, sono stati ammessi nelle graduatorie, articolate in fascia a) e in fascia b), approvate dai Comuni per la concessione dei contributi per far fronte al pagamento dei canoni di locazione.

“Siamo consapevoli – conclude Maraschio – che si tratta di un intervento che, lungi dall’eliminare le problematicità economiche connesse all’attuale situazione di crisi, consente di venire incontro alle necessità di cittadini, che versano in momentanea difficoltà.”