Un telefonata di conforto, come segno di vicinanza al dolore vissuto nei giorni scorsi. Non una qualsiasi telefonata, perché a chiamare è stato Papa Francesco. Il Pontefice ha voluto essere vicino a Giacomo, il marito di Viviana, la giovane donna morta all’ospedale Perrino di Brindisi, nel dare alla luce due gemellini. La tragedia aveva colpito l’intera comunità di Pezze di Greco, dove la famiglia risiede. Quindi è stato il parroco don Donato Liuzzi a segnalare la vicenda al Papa, che di Sua iniziativa ha voluto chiamare Giacomo nel giorno di Natale, per sostenerlo in questo momento di grande dolore. Ad annunciare quanto avvenuto, è stato proprio il parroco, con un post su Facebook.

“Mi è difficile rompere il silenzio, ma lo faccio per dare eco alla intima gioia gustata in questo giorno del Natale del Signore insieme con il nostro carissimo Giacomo Cofano, provato dalla morte della moglie nell’atto di dare la vita a due gemellini – ha scritto don Liuzzi -. Ho sentito nel cuore l’ardire di bussare al cuore di Papa Francesco per raccontare di Viviana e dei gesti di vicinanza del nostro popolo. Questa mattina il Papa con umiltà disarmante mi ha indirizzato una lettera di vicinanza e nel tardo pomeriggio ha telefonato a Giacomo. Abbiamo sentito il cuore del Pastore attento e sensibilissimo. Ringraziamo il Signore per questa carezza sulla carne umana ferita che Egli viene a salvare. Ringraziamo la maternità della Chiesa, visibile negli umili gesti del Papa. E’ un Natale che non dimenticheremo mai”.