“Ringrazio il presidente del Consiglio Giorgia Meloni per la fiducia accordatami”

«Sono soddisfatto della linea del Governo Meloni sul Covid in discontinuità col passato. Le nuove misure adottate segnano il primo passo importante per affrontare il tema con un approccio scientifico e non più ideologico. Ringrazio il presidente del Consiglio Giorgia Meloni per la fiducia accordatami». Lo ha dichiarato il nuovo sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato, di Fratelli d’Italia, che giurerà mercoledì prossimo.

Gli auguri di buon lavoro a Gemmato

«Auguri sinceri di buon lavoro al neo Sottosegretario alla Salute, onorevole Marcello Gemmato, da parte di Farmindustria. Con la sua esperienza parlamentare e la sua competenza potrà dare un contributo importante al Ministero della Salute per rispondere efficacemente alla domanda di salute dei cittadini, a cominciare dall’accesso omogeneo sul territorio a tutte le terapie». Lo afferma Marcello Cattani, presidente di Farmindustria.

«Auguri di buon lavoro al nuovo Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato. Siamo certi che le sue competenze tecniche e politiche insieme saranno preziose per il Servizio sanitario nazionale. La sua esperienza di operatore sanitario sul territorio, unita alla sua lungimirante visione politica potranno veramente portare a una sanità che risponda alle domande di salute dei cittadini». Così il Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Filippo Anelli, accoglie la nomina di Gemmato.

«Bene anche la conferma dell’obbligo – continua – di utilizzo delle mascherine negli ospedali e nelle Rsa: un provvedimento che va nella direzione di proteggere i più fragili. Abbiamo apprezzato le parole del Ministro della Salute, Orazio Schillaci, a sostegno dei vaccini e il ringraziamento ai medici e agli operatori sanitari per il lavoro svolto durante la pandemia. Per quanto riguarda la Salute, siamo fiduciosi che il Governo affronti ora le conseguenze del Covid, puntando sui professionisti con il giusto piglio e operatività».

Leggi anche:  Vaccinazioni, Amati: “Vaccinato il 34 per cento del target terza dose"

«Le mie più vive congratulazioni e i più sinceri auguri di buon lavoro al collega Marcello Gemmato per la nomina a Sottosegretario alla Salute”: lo dichiara Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi). «Siamo certi che saprà apportare alla Sanità italiana un contributo di grandissimo valore – aggiunge – mettendo al servizio del Paese una profonda conoscenza delle questioni sanitarie e la sua esperienza professionale di farmacista. L’incarico che gli è stato affidato è di grande rilevanza, in un momento in cui è necessario il massimo impegno per affrontare le criticità derivanti dal contesto internazionale e per proseguire nell’opera di rilancio del Ssn. La presenza nella compagine governativa dell’On. Gemmato, al quale sin da subito i farmacisti italiani assicurano la piena disponibilità a collaborare, è una notizia positiva per i cittadini e per i professionisti della salute», conclude Mandelli.

Il senatore Filippo Melchiorre, delegato alla sanità dell’Anci Puglia, esprime soddisfazione per la nomina a Sottosegretario alla Salute dell’on. Marcello Gemmato.
La riconosciuta competenza ed esperienza nel settore sanitario e farmaceutico dell’on. Gemmato costituisce un valore aggiunto per la definizione di un’azione di Governo seria ed efficace in questo campo. Sono certo di interpretare il pensiero di ANCI Puglia nell’augurare i più fervidi auguri di buon lavoro al neo Sottosegretario per il delicato incarico che siamo certi che ricoprirà con impegno e serietà.

“Auguri di buon lavoro al nostro coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, on. Marcello Gemmato, per il nuovo incarico di sottosegretario alla Sanità.

“Un ruolo che, specie in questo momento post covid, è particolarmente delicato e – conoscendolo personalmente e avendolo visto già in azione come capo dipartimento Sanità del partito – siamo certi che svolgerà all’altezza della situazione: puntando a una sanità territoriale, tanto dimenticata dal centrosinistra a Roma come in Puglia.”