Audizione AASSLL su stato lavori nuovi ospedali, Amati: “Verifica periodica per scatenare una gara a chi fa prima e meglio”

Pubblicità

Lo comunica il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati

“Il Covid dice che sui nuovi ospedali non sono ammessi ritardi, anzi che bisogna accelerare per fare al più presto, perché si tratta di realizzare e terminare nuovi ospedali che servivano già a mettere fine a una fase precedente di emergenza, oggi solo aggravatasi”.

Lo comunica il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati, al termine dell’audizione in videoconferenza dei direttori generali e dei Rup delle ASL/BA, ASL/BAT, ASL/LE, ASL/TA e delle Direzioni Lavori delle opere in costruzione, in merito alla verifica bimestrale sullo stato di attuazione della programmazione finanziaria per l’edilizia ospedaliera e verifica sull’andamento della spesa per la realizzazione degli ospedali “San Cataldo” di Taranto; Monopoli – Fasano; Maglie – Melpignano e quello di Andria.

“Convocheremo ogni sessanta giorni le Asl per verificare gli adempimenti agli impegni presi dinanzi alla Commissione, perché in questo modo vogliamo stabilire una sorta di competizione virtuosa tra le Asl: una competizione per vincere questa “gara per la vita”, per fare questo il sistema migliore è quello di verificare continuamente l’andamento della programmazione e anche l’andamento della spesa per dimostrare che i soldi che abbiamo chiesto per realizzare qualcosa li sappiamo spendere, considerando anche il fatto che di qui a qualche settimana reclameremo anche nuovi fondi europei, previsti con il Recovery Fund”.

“Come si possono reclamare nuovi fondi europei – aggiunge il presidente Amati – se non si è in grado di spendere rapidamente quelli precedenti? Ecco perché con il lavoro della Commissione vogliamo scatenare una gara tra le Asl pugliesi, per vedere chi arriva prima a centrare l’obbiettivo della vita, perché la salute, e quindi la cura della stessa in strutture adeguate, è strettamente legata alla vita”.