Brindisi. Al Verdi arrivano i #Blackdays: il teatro costa 10 euro!

Promo Blackdays Teatro Verdi

A dicembre il Teatro è con #Blackdays. La promo è attiva per i primi due spettacoli del mese e fissa il prezzo del biglietto a 10 euro, per tutti i settori della sala.

BRINDISI – È la proposta che il Nuovo Teatro Verdi fa al suo pubblico per due imperdibili appuntamenti della programmazione: «Amore mio aiutami» con Maurizio Micheli e Debora Caprioglio del 2 dicembre e «Figlie di Eva» con Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi del 10 dicembre. La promozione è disponibile online sul circuito Vivaticket e in biglietteria, aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle 13 e dalle 16.30 alle 18.30. T. 0831 562554 e www.nuovoteatroverdi.com.

Una iniziativa che la Fondazione Nuovo Teatro Verdi propone per promuovere la bellezza del teatro e incentivare la partecipazione, nell’idea che ha sempre accompagnato la programmazione del politeama brindisino, quella cioè di favorire e realizzare un rapporto stretto e reciproco tra teatro e comunità.

▪ «Amore mio aiutami» con Maurizio Micheli e Debora Caprioglio

Leggi anche:  Europe Cup - Sfida al vertice al PalaPentassuglia contro gli estoni del Kalev/Cramo

Liberamente ispirata alla sceneggiatura di Rodolfo Sonego, da cui il film del 1969 diretto da Alberto Sordi e interpretato con Monica Vitti, è la classica commedia all’italiana degli anni ’60. Raffaella e Giovanni sono sposati e innamorati. Lei però inizia a provare attrazione per un altro uomo e gioca la carta della sincerità per tentare di salvare la propria relazione col marito, purtroppo con risultati disastrosi.

▪ «Figlie di Eva» con Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi

Tre donne sull’orlo di una crisi di nervi sono legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato premier delle imminenti elezioni. Un po’ Pigmalione, un po’ Club delle Prime Mogli, un po’ Streghe di Eastwick, «Figlie di Eva» è la storia di una solidarietà ma anche della condizione femminile, costretta a stare un passo indietro ma capace, se provocata, di tirare fuori risorse geniali e rimontare vincendo in volata.