Vaccini: domani in Puglia prime 5mila dosi a bimbi 5-11anni

Somministrazione negli ospedali e in 151 scuole-hub.

Domani mattina in Puglia inizieranno le somministrazioni dei vaccini anti Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni, i primi saranno 200 pazienti dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari affetti da patologie metaboliche, infettive, nefrologiche, cardiologiche, neurologiche, diabetologiche e pediatriche.

Nel pomeriggio ci saranno le somministrazioni nelle scuole.Complessivamente, domani dovrebbero essere effettuate almeno 5mila inoculazioni, ma il dato è provvisorio anche perché in Puglia non sono previste prenotazioni: le adesioni vengono raccolte dagli istituti scolastici e, ogni giorno, le Asl con i loro team creati ad hoc si recheranno nelle scuole-hub per le inoculazioni. I primi 200 pazienti del Giovanni XXIII saranno vaccinati negli 8 ambulatori allestiti nell’ospedale pediatrico, a seguirli ci saranno sia i medici specialisti sia i medici vaccinatori per rispondere a tutte le domande dei genitori.

All’ingresso dell’ospedale un gonfiabile gigante a forma di pupazzo di neve con il personaggio dei cartoon Olaf darà il benvenuto ai piccoli e alle loro famiglie. A intrattenere i pazienti durante l’attesa post vaccino ci saranno clown, supereroi e Babbo Natale che distribuirà ai pazienti doni lasciati dalle associazioni.

Leggi anche:  La Puglia sempre più vicina alla Toscana grazie a Volatea. Da aprile parte il nuovo volo Bari-Firenze

Poi, nel pomeriggio, inizieranno le somministrazioni nelle scuole, sono 151 quelle che hanno accettato di “trasformarsi” in hub vaccinali. Le inoculazioni saranno effettuate sempre in orario extra scolastico, i bimbi dovranno essere accompagnati da almeno un genitore o tutore, servirà l’autorizzazione di entrambi i genitori e dovrà essere firmato un modulo di consenso informato.

In provincia di Bari, sono circa 3mila le somministrazioni pediatriche programmate nel primo weekend di avvio della campagna vaccinali: le somministrazioni per i più piccoli cominceranno domani mattina con i minori fragili. Le prime 60 somministrazioni saranno assicurate ai piccoli pazienti della Neuropsichiatria infantile della Asl.