Presentata la mostra del cinema di Taranto

Taranto Castello Aragonese
Taranto Castello Aragonese

23-26 giugno, Oasi dei Battendieri: le registe dei paesi islamici sulle sponde del Mar Piccolo

Storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici con film che da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco si danno appuntamento a Taranto. Proiezioni di lungometraggi e documentari, talk show, convegni, ma anche degustazione di piatti con sapori orientali che arrivano fino alle sponde del mar Piccolo. Tutto pronto per la nuova edizione della Mostra del Cinema di Taranto dal tema «Lo sguardo della tigre – By the women of Islam». La kermesse si terrà dal 23 al 26 giugno nell’Oasi dei Battendieri sul Mar Piccolo di Taranto. Direzione artistica del regista e autore Mimmo Mongelli, curatore di edizione l’attore palestinese Balsam Asfur.

In questa edizione spicca il forte significato etico, politico, culturale. Riguarda infatti il cinema realizzato dalle donne dell’Islam, con i film che verranno proiettati sotto le stelle, immersi nella natura e alla presenza di registe come Masooma Ibrahimi, Sahraa Karimi e Iante Roach.
Le donne dallo «sguardo della tigre» parleranno, attraverso le loro opere e nei talk con il pubblico a corollario delle proiezioni, delle difficoltà di fare cinema in paesi dove il solo essere donna è difficile, ancor più se artista e impegnata nell’emancipazione femminile. Per il pubblico quattro serate di proiezioni con sette film e confronto con le autrici, ma anche l’occasione di vivere lo scenario naturalistico unico racchiuso nell’Oasi dei Battendieri sulla strada Circummarpiccolo di Taranto.
La serata inaugurale del 23 giugno si aprirà alle 19:30 con il talk «Lo sguardo della Tigre: il potere del cinema al femminile nella realtà politica e sociale dei paesi islamici» durante il quale si alterneranno ospiti di spessore appartenenti a diversi ambiti professionali. Oltre al film in programma, spazio al reading «Sguardi» di Luisa Campatelli, con Tiziana Risolo e la regia di Alfredo Traversa. Tutte le altre serate avranno inizio alle ore 21:00.

Il biglietto per ogni serata è al costo di 1 euro. È inoltre possibile degustare una serie di piatti preparati dallo staff dei Battendieri con prodotti e sapori che abbracciano la tradizione locale e internazionale. Le degustazioni di cibo e bevande non sono incluse nel biglietto di ingresso. I ticket possono essere acquistati la sera stessa degli eventi e per prenotazioni è possibile telefonare al 335 306 760.

Quella dei prossimi giorni sarà il recupero dell’edizione 2021 della Mostra del Cinema di Taranto, rinviata a causa dell’emergenza Covid a quest’anno. Si torna con gli eventi in presenza visto il miglioramento della situazione pandemica, ma non mancheranno interventi online con ospiti internazionali collegati con Taranto.

La kermesse è stata presentata nell’agorà della biblioteca comunale «Acclavio» di Taranto. I commenti di Mimmo Mongelli direttore artistico MCT «Torniamo dedicando questa edizione alla donna, fornendo il nostro contributo di sensibilizzazione attraverso i film, le esperienze, la voce di registe e attrici. E daremo spazio anche alle donne del territorio tarantino, grazie alla collaborazione con le associazioni attive nella provincia jonica. Siamo felici di continuare l’opera di promozione del territorio che, ormai dal 2016, è al centro della Mostra». Il curatore Balsam Asfur «Abbiamo selezionato una serie di pellicole di grande impatto e saranno presenti a Taranto autrici di elevato livello. Con questo evento vogliamo accendere le luci su aspetti della vita, anche cinematografica, che troppo spesso non hanno occasioni di espressione».

«È un’ulteriore conferma di quanto in questo momento sia viva la città di Taranto – commenta Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission – grazie anche all’apporto di molte associazioni attive sul territorio, “La Mostra del Cinema di Taranto” si inserisce perfettamente nel processo di rinnovamento del territorio. A questo, si aggiunge il tema di questa edizione che è incentrato sulle storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici del mondo islamico, denso di significato etico, politico e culturale».

Leggi anche  In Puglia gli Oscar agli innovatori di natura

La Mostra del Cinema di Taranto, organizzata da Levante International Film Festival-Mostra del Cinema di Taranto, è un’iniziativa di Apulia Film Commission e Regione Puglia – Assessorato alla Cultura e Turismo, a valere su risorse di bilancio autonomo della Fondazione AFC e risorse regionali POC 2007/2013 e del Piano straordinario “Custodiamo la Cultura in Puglia 2021”, prodotta nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network 2021/22. Partner: Comune di Taranto, Provincia di Taranto, Università degli Studi «Aldo Moro» di Bari, Accademia delle Belle Arti di Bari, associazione Alzaia Onlus, APS Babele.

Per informazioni www.mostracinemataranto.com e pagina Facebook “Mostra del Cinema di Taranto”. Twitter: @MostraCinemaTa. Instagram: mostracinemataranto. Tik Tok: mostracinemataranto.

PROGRAMMA MOSTRA DEL CINEMA DI TARANTO 2021 – LO SGUARDO DELLA TIGRE
23/26 GIUGNO 2022 – OASI DEI BATTENDIERI TARANTO

Giovedì 23 giugno
19:30 Talk «Lo sguardo della Tigre: il potere del cinema al femminile nella realtà politica e sociale dei paesi islamici»
20:30 Incontro con la regista Iante Roach e introduzione al film
21:00 Proiezione «Five unbroken cameras» di Iante Roach (Inghilterra)
22:00 Reading «Sguardi» di Luisa Campatelli, con Tiziana Risolo. Regia di Alfredo Traversa

Venerdì 24 giugno
20:30 Incontro con la regista Masooma Ibrahimi e introduzione al film
21:00 Proiezione «Kabul girls» di Masooma Ibrahimi (Afghanistan)
22:20 Proiezione «Son-Mother» di Mahnaz Mohammadi (Iran) con suo videomessaggio online

Sabato 25 giugno
21:00 Proiezione «Wajib» di Annmarie Jacir (Palestina) con suo videomessaggio online
22:45 Proiezione «Adam» di Maryam Touzani (Marocco) con suo videomessaggio online

Domenica 26 giugno
20:30 Incontro con la regista Sahraa Karimi e introduzione al film
21:00 Proiezione «Hava, Maryam, Ayesha» (Afghanistan) di Sahraa Karimi
22:30 Proiezione «Radyography of a family» (Iran) di Firouzeh Khosrovani con suo videomessaggio online

Costo biglietto: 1 euro per singola serata, acquistabile in loco (prenotazioni 335 306 760)
Food e drink disponibili, non inclusi nel prezzo del biglietto

BREVI CENNI STORICI.
MOSTRA DEL CINEMA DI TARANTO: DAL 2016 SUL TERRITORIO JONICO
Un evento nel territorio e per il territorio. Nasce da questi presupposti la Mostra del Cinema di Taranto, che ha ufficialmente debuttato in riva allo Jonio nel 2016.
Tema dell’edizione di esordio l’Identità, intorno al quale ruotano tre diversi argomenti: Arte, Scienza, Pensiero. Il tutto si svolge nel cuore di Taranto, tra città vecchia, borgo Umbertino e palazzi storici.
Nel 2017/18 il filo conduttore è la Metamorfosi, intesa anche come un messaggio di cambiamento e trasformazione per la città di Taranto. Partire dalle sue potenzialità, per poter rinascere. Un programma lungo 11 mesi tra eventi, workshop, proiezioni, appuntamenti con personaggi di spicco del grande schermo e contest per cortometraggi, laboratori di recitazione.
L’emergenza Covid ha bloccato lo svolgimento delle edizioni successive a quella del 2017/2018, con il 2019 in cui difficoltà burocratiche e organizzative la spostavano al principio del 2020, anno in cui tutto si è poi fermato, è poi arrivato il momento di ripartire.
Questa è stata l’edizione del 2020, presentata online nel 2021 con il tema Utopia. Proiezioni dei film in concorso, workshop sulle professioni del cinema, rassegna sull’argomento principale dell’edizione.
L’edizione 2020, tenuta come ribadito nel dicembre 2021 a causa della pandemia, è stata preceduta da uno spin-off della Mostra del Cinema di Taranto: una rassegna di film pop e cult dal titolo Medioevo Prossimo Venturo, tenuta nell’estate del 2021, nell’Oasi dei Battendieri di Taranto.
2022: con la situazione Covid notevolmente migliorata, è tempo di tenere l’edizione 2021 della Mostra del Cinema di Taranto denominata Lo sguardo della tigre: il cinema fatto da donne dei paesi islamici.