La Asl Bari dà il via libera all’apertura del nuovo hub vaccinale

Il Sindaco Angelo Annese conferma la localizzazione nell’ex deposito carburanti.

MONOPOLI – «Non corrisponde a verità quanto mi tocca leggere nel comunicato dell’opposizione in merito alla riapertura dell’hub vaccinale. O ci si esprime in malafede oppure, a mio avviso, si stanno ignorando totalmente i dati di fatto. Non riconoscere quanto sia stato disposto sinora a supporto della campagna vaccinale da parte di questa Amministrazione è, a mio avviso, mortificante». Ad affermarlo è il Sindaco di Monopoli Angelo Annese.

«Monopoli è tra le Città con la più alta percentuale di vaccinati, perché ha ben organizzato sia la prima sia la seconda somministrazione di dosi, grazie ad un servizio garantito incessantemente per circa otto mesi. E’ un risultato ottenuto grazie al lavoro di tanti medici, di infermieri e, soprattutto, grazie a tanti volontari che non mi stancherò mai di ringraziare», continua Annese. Che precisa: «Ancora una volta devo ribadire quanto già affermato più volte: prima di chiudere l’hub di via Croce, con oltre un mese di anticipo, sono state stanziate dal Consiglio Comunale le somme per l’adeguamento e la riapertura di un nuovo hub. C’eravamo tutti in quel consiglio comunale, opposizione compresa. La scelta del luogo non è stata casuale ma frutto di uno studio ponderato, altro che fantasiosa. Fantasiosa, piuttosto, è l’idea avvenuta alle eccelse menti di qualche consigliere dell’opposizione che pur di attaccare Sindaco e maggioranza sta rischiando di cadere nel ridicolo. Una struttura per essere adibita ad hub deve avere delle specifiche caratteristiche. La struttura di Lama Belvedere proposta dalla minoranza questa caratteristiche non le presenta affatto. Non perché lo decide il Sindaco ma perché sono gli enti preposti a dirlo. Sì, vi sembrerà strano, ma il sottoscritto, prima di procedere all’individuazione del sito, si è interfacciato con i tecnici regionali sulle possibili alternative. E quella dell’ex deposito carburanti è stata ritenuta la soluzione più idonea per spazi a disposizione ma anche per vicinanza al centro abitato».

«Fino a ieri, carissimi amici dell’opposizione, acquisita la piena condivisione della Regione riguardo alla allocazione dell’hub, il problema non era stato più quello di avere una struttura, perché già c’è! Semmai, il problema era legato all’ottenimento del “via libera” della ASL alla ripresa della campagna vaccinale sul territorio monopolitano. Via libera che è arrivato solo nel pomeriggio di giovedì 25 novembre. Si sarebbe potuto allestire un hub all’ex deposito carburanti, a Lama Belvedere o da qualsiasi altra parte ma senza un “OK” della ASL non si sarebbe arrivati da nessuna parte. Qui nessuno ha tentennato, anzi, sin dall’agosto scorso c’è stato un costante e quotidiano confronto con le autorità ASL di competenza regionale, da cui abbiamo atteso il tanto atteso “via libera”; lo abbiamo fatto senza colori politici, avendo in mente, come sempre, solo il bene della comunità monopolitana», continua Annese.

Leggi anche  Prospero Fest torna a Monopoli dal 12 al 18 giugno, evento di rinascita e riscatto dopo lo stop forzato

«Si sarebbe potuto aprire il nuovo hub subito, ma poi, però, chi avrebbe effettuato i vaccini? Quale personale medico e infermieristico sarebbe stato presente? Chi avrebbe fornito le dosi? Piuttosto mi sarei aspettato una mano concreta nel trovare una soluzione strategica, oppure una onesta, sana competizione nel sollecitare più velocemente gli organi ASL. Il Comune, che fermo non è stato, ed era pronto da ben tre mesi, e questo è quel che conta. Ritengo che in questo delicatissimo momento storico, fare polemica per dover di gettone, strumentalizzando la questione, gettandola sulla allocazione dell’hub, sia del tutto inutile e insensato. Si può contestare tutto di una Amministrazione Comunale, a condizione che non si giochi con le reali preoccupazioni, le emozioni, gli interrogativi veri ed i bisogni primari dei cittadini; perché non è così che si costruisce il bene della Comunità.», afferma il Sindaco di Monopoli. Che continua: «Sono dispiaciuto da questo modo strumentale di fare opposizione, che non riesce a tradursi mai, da anni, in una idea concreta, consapevole e costruttiva. Ma non mi stancherò mai ad invitarli, almeno su un tema che dovrebbe unirci e non dividerci, ad essere al mio fianco in questa lunga battaglia che mi auguro possa quanto prima finire e riportarci tutti a condurre una vita libera e serena».