Governo, Emiliano: “L’Italia non può fare a meno di Draghi, alleanza per l’Italia deve sostenerlo nei prossimi anni, aperta anche a Forza Italia”

INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT AL PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA MICHELE EMILIANO

Presidente, grande successo in Puglia alle Amministrative per Pd e Centrosinistra. La ricetta Emiliano è sempre più vincente?
“Il nostro modello si fonda su tre pilastri: il rispetto della Costituzione, l’antifascismo e il programma di governo intorno al quale la coalizione si riunisce e che si impegna a realizzare. Aggiungerei anche la partecipazione dei cittadini, elemento essenziale per la buona politica”.

Sul piano nazionale, la strada è quella di un’alleanza strutturale Pd-M5S?
“Penso proprio di sì, ma questa alleanza va sostenuta anche da un progetto che includa l’infinita ricchezza del civismo italiano che persino nelle grandi città, come ad esempio a Napoli, ha un peso equivalente a quello dei grandi partiti”.

Perché Letta ha detto no a Draghi al Quirinale e al voto nel 2022? Condivide questa posizione del segretario del Pd?
“L’Italia non può fare a meno di Draghi alla guida del Governo perché nessuno come lui ha la competenza, l’autorevolezza e il carisma per vivere questo passaggio decisivo per l’Italia e per l’Europa costituito dal migliore successo Pnrr”.

Pensa che nell’alleanza per le Politiche possano entrare anche Renzi e Calenda?
“Stanno facendo di tutto per non rientrare, dando giudizi inaccettabili sull’alleanza Pd e Movimento 5 Stelle. Ma c’è sempre tempo per la redenzione”.

Leggi anche:  Emergenza sanità, Emiliano: «Cerchiamo medici come se fossero calciatori»

Dopo queste elezioni, la Lega sarà sempre più giorgettiana? Lei proprio a La Piazza di Affaritaliani.it aveva apprezzato lo sforzo di rinnovazione di Salvini, perché non ha pagato?
“Salvini ha accettato di sostenere il Governo Draghi, essere alleato del Pd e del M5S, ha ingoiato l’euro e tutta l’architettura dell’Unione Europea, ha abbandonato i sovranisti europei come Orban lasciandoli alla Meloni, poi però non ha resistito all’urlo della foresta mettendosi di traverso sulla estensione del Green pass come migliore compromesso per contrastare l’epidemia di Covid. L’elettorato è troppo intelligente per non spaventarsi di queste contraddizioni”.

Pensa che il Centrodestra resterà unito o Forza Italia andrà con le altre forze di centro?
“Il compito dell’alleanza per l’Italia che deve sostenere Draghi nei prossimi anni può essere realizzato anche con il sostegno di quella parte di centro destra che accetti di essere coerente con la visione politica del Premier. Quindi non escludo nulla”.