Emergenza profughi ucraini: attivato il Centro Operativo Comunale

Per coordinare le attività di accoglienza in coordinamento con tutti gli enti preposti

MONOPOLI – Per coordinare le attività di accoglienza dei profughi ucraini, nella mattinata di lunedì 14 marzo 2022 è stato attivato il COC, il Centro Operativo Comunale, Responsabile delle attività a livello locale di Protezione Civile. A presiederlo il Sindaco di Monopoli Angelo Annese. Erano presenti i responsabili delle Forze dell’Ordine cittadine, dei Servizi Sociali comunali, della Caritas, della Asl Bari e delle scuole cittadine. La riunione si è resa necessaria al fine di fare il punto sull’accoglienza in seguito all’arrivo in città di un gruppo di donne e bambini ucraini in fuga dalla guerra con la Russia che da tre settimane interessa il loro territorio.

«Stiamo vivendo una emergenza a livello europeo. Ad oggi sono oltre due milioni e mezzo i profughi ucraini che hanno lasciato la loro patria per scappare dalla guerra e sono decine di migliaia quelli giunti in Italia. Abbiamo il dovere di aiutarli e per questo ringrazio le famiglie monopolitane che in maniera spontanea e assolutamente anonima hanno voluto ospitare e accogliere donne e bambini. Abbiamo da gestire l’ennesima emergenza di questi ultimi due anni e la riunione del COC è servita a tracciare il percorso e capire come muoverci in caso fosse necessario accogliere, come credo avverrà, altri profughi. Al momento la situazione è sotto controllo ma non dobbiamo farci trovare impreparati», afferma il Sindaco di Monopoli Angelo Annese.

Intanto, per le famiglie arrivate in città è stata garantita la vaccinazione anticovid presso il centro vaccinale Asl di via Cosimo Pisonio, sono state date indicazioni rispetto alla concessione del codice STP (Straniero Temporaneamente Presente) al fine di poter permetter l’assegnazione del MMG (Medico Medicina Generale) o del PLS (Pediatra di Libera Scelta) che si potrà richiedere dal lunedi al venerdì presso l’Ufficio Anagrafe Assistita della Asl dislocato al piano terra del Presidio Sanitario San Camillo.

Leggi anche  Monopoli: una docuserie sulle sue bellezze pronta per settembre

Inoltre, con i rappresentanti delle Istituzioni scolastiche sono state definite le modalità di iscrizione dei minori ucraini arrivati sul territorio di Monopoli al fine di garantire agli stessi il soddisfacimento dell’obbligo scolastico. È stata comunicatala possibilità di accedere ai Corsi di Italiano presso l’Istituto Comprensivo “Modugno- Galilei”, Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (CPIA) ove sono attivi corsi della lingua italiana in favore di cittadine stranieri presenti sul territorio.

Il Comune di Monopoli intende coinvolgere dei mediatori linguistici al fine di favorire la comprensione e la comunicazione tra italiani e ucraini. A tal fine, qualora ci fossero disponibilità a ricoprire tale ruolo da parte di cittadini ucraini con una buona conoscenza della lingua italiana si invita a comunicarla all’Ufficio Servizi Sociali del Comune (080 41 40 370 – 080 41 40 378).

In riferimento ai nuovi, eventuali, arrivi sul territorio comunale di cittadini ucraini presso famiglie ospitanti che avranno dato la disponibilità all’accoglienza, si evidenzia che bisognerà rivolgersi al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Monopoli per favorire i primi adempimenti amministrativo-giuridici al fine di comunicare tutte le informazioni necessarie alla Prefettura di Bari per attivare gli interventi preposti a favore degli stessi. Il Commissariato di Monopoli garantirà l’accesso presso i propri uffici tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 per gli adempimenti necessari.