Aiuti alla popolazione ucraina in Puglia: ecco come fare richiesta

Sul portale realizzato dal Dipartimento Protezione Civile nazionale, persone, aziende ed enti del Terzo Settore possono offrire beni, ospitalità e servizi – insegnamento, interpretariato, mediazione culturale, supporto legale, supporto psicologico – a quanti sono arrivati in Italia in fuga dal conflitto in corso.

Le offerte saranno valutate dalle strutture di coordinamento dell’emergenza, dalle organizzazioni di volontariato di protezione civile, dai soggetti del Terzo Settore e del Privato Sociale impegnati nelle attività di accoglienza e sostegno alla popolazione ucraina.

Leggi anche:  Elezioni politiche, cosa succede in Puglia dopo il taglio dei parlamentari

Il sito presenta in maniera sistematica la procedura per privati cittadini, aziende o enti del Terzo Settore: c’è la possibilità di indicare se nella propria offerta vengono proposti servizi, beni o spazi. Per l’offerta di posti letto, in caso di accettazione, sarà riconosciuto un contributo.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare questo sito.