La compagnia ha incrementato la propria capacità invernale in Puglia di oltre il 20% rispetto al periodo pre-covid e prevede di trasportare quasi 5,5 milioni di passeggeri da/per la regione nel 2023.

Oltre 480 voli da Bari e Brindisi verso il resto d’Italia e in Europa e 45 rotte: il programma invernale di Ryanair dagli scali pugliesi è stato presentato questa mattina e conferma gli impegni già presi dalla compagnia aerea che tende a rafforzare la propria presenza negli scali pugliesi. Tra le destinazioni ci sono Berlino, Madrid, Londra e Pisa da Bari, Bruxelles e Treviso da Brindisi.

Ryanair ha incrementato la propria capacità invernale in Puglia di oltre il 20% rispetto al periodo pre-covid e prevede di trasportare quasi 5,5 milioni di passeggeri da/per la regione nel 2023. Una crescita che supporta oltre 4000 posti di lavoro in totale, inclusi 90 posti di lavoro diretti.

«La conferenza di oggi – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile – ci dà ragione della strategia messa in campo da tempo dal management della società per migliorare e ampliare l’offerta di collegamenti da e per la Puglia. In Ryanair troviamo sempre un partner pronto a scommettere su nuove rotte che il mercato ci chiede. Del resto, la compagnia accogliendo le nostre richieste e lavorando al fianco del nostro commerciale, ci ha permesso di ripartire dopo lo stop causato dalla pandemia e di registrare numeri da record, superiori allo stesso periodo del 2019, anno d’oro per gli aeroporti pugliesi».

Leggi anche:  L’autonomia di Calderoli spacca il Paese. La Puglia guidi la battaglia delle Regioni meridionali.

«Giornate come questa – ha dichiarato l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Anita Maurodinoia – ci devono non solo far riflettere sulla strada intrapresa dall’azionista e dall’assessorato ai Trasporti, volta al miglioramento delle infrastrutture, ma anche convincerci della evidente ripresa dei traffici aerei dopo la pandemia. Con largo anticipo rispetto ad ogni più rosea aspettativa, possiamo annunciarvi che abbiamo raggiunto i 9 milioni di passeggeri».